The song for today: Fotografia M

The story starts from a vacation day in Corfu, the Greek island. The weather was hot, with no wind at all but water was, as usual, quite cold. The sun was high but its light was still capable of disturbing my eyes. A girl a and a boy were in the water just in front of me. Suddenly he got on his knees and the scene I found miself in, thanks to the landscape and the shiny light, became unreal. Without thinking twice, I got the phone and shot a picture without being able to check the screen (I wasn’t able to see, too much sunlight). Later on, under a refreshing shadow, I go back to watch the photo and this lyrics came out:

Fotografia M (E. Girolami – 2018)

Il mare fermo come fosse solido

La luce forte che fa tutto in bianco e nero

Una barca lontana

Sembra non accorgersi di te

Il sole è ancora alto nel cielo

sento il calore forte che scalda

E stranamente l’acqua è fredda

e io però non sento niente

E il sole che guida

Ti mette al centro della scena

Protagonista forse tuo malgrado

Ma ormai sei lì che non riesci a muoverti

E mi inginocchio davanti a te

Che neanche Venere potrebbe guardarti

Negli occhi illuminati da una lucida ironia

E mi inginocchio davanti a te

Per dire cose che non sono capace

Perché vorrei, non sai quanto vorrei

Ma non so dire se per te è lo stesso

Cerco un po’ d’aiuto nell’acqua

che è distratta dall’assenza di vento

e non mi aiuta a trovare le parole

che ci vorrebbero in questi momenti

Di solito sono capace

I miei pensieri corrono veloci

e trovo quasi sempre il modo

ma questa volta pare proprio di no

E il sole che guida

Ti mette al centro della scena

Protagonista forse tuo malgrado

Ma ormai sei lì che non riesci a muoverti

È il sole che guida

e tu sei al centro della scena

protagonista solo come tu sai fare

con quello sguardo che raggiunge dritto il cuore

E mi inginocchio davanti a te

Che neanche Venere potrebbe guardarti

Quegli occhi grandi forse neri illuminati da una lucida ironia

E mi inginocchio davanti a te

Per dire cose che non sono capace

Perché vorrei, non sai quanto vorrei

Ma non so dire se per te è lo stesso

Dicono succede all’improvviso

Che ti ritrovi come fosse un attimo

Fissato per sempre nella storia

Da una fotografia

The music was written once back home and, before it gained the right to be published on #nativoanalogico – ricominciamo da qui, several changes were attempted which caused the delay in publication. We did even try to realize a version for a female singer (which would have eventually been lableled with an F) but, at the end, we stuck to the M. The picture from were everything started is this one:

Listen to the song (use the player at the beginning of this post) and share it if you like it!

Leave a Reply

Your email address will not be published.