Dal palco allo studio

Sono ormai molti anni che non uso più amplificatori potenti sul palco. Dopo un lungo periodo con Fender Blues Junior, la scelta (circa 2010) è caduta su una testata Koch Studiotone da 20W che rappresenta un buon compromesso tra suono (originale), affidabilità, trasportabilità, facilità di connessione.

In home studio 20W sono troppi e quindi la Studiotone passa molto del suo tempo in garage. Ieri, però, ho pensato di utilizzare il Loadbox della stessa casa per abbassare la potenza di uscita e… tombola!

Heads
Heads

Come sapete (credo) abbassare la potenza di uscita con un carico fittizio comporta una perdita di dettaglio in alto ma Studiotone è progettato in modo da essere ricco di alte frequenze e quindi sembra proprio un candidato ideale per essere usato insieme a Loadbox. Il fatto, poi, che entrambi arrivano da casa Koch aiuta a raggiungere un equilibrio molto eufonico.

La diminuzione di SPL è analoga a quella che si otterrebbe con una ISO Box ma il suono è proprio come sul palco… dinamico, ricco, caldo e i vicini non si lamentano!

NTFC Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.